In Parlamento4 Marzo 2024 11:54

Milano-Cortina, interrogazione Zanella (Avs Camera): su nomine Simico

Interrogazione a risposta scritta 4-02425

presentato da

ZANELLA Luana

testo di

Venerdì 1 marzo 2024, seduta n. 254

ZANELLA. — Al Ministro per la pubblica amministrazione, al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che:

il 16 febbraio 2024 l'assemblea dei soci della società Infrastrutture Milano-Cortina 2020-2026 Spa (Simico) ha provveduto al rinnovo degli organi sociali, in attuazione di quanto previsto dal decreto-legge n. 10 del 2024, nominando amministratore delegato il dottor architetto Fabio Massimo Saldini;

il dottor Saldini ha rivestito in precedenza la carica di Consigliere di amministrazione della società Autostrada pedemontana lombarda dal 1° agosto 2018, al 31 marzo 2021;

dal 1° luglio 2022 al 9 gennaio 2023 il dottor Saldini ha svolto attività lavorativa in Simico come responsabile unico del procedimento (Rup);

l'articolo 4 del decreto legislativo 8 aprile 2013, n. 39 «Disposizioni in materia di inconferibilità e incompatibilità di incarichi presso le pubbliche amministrazioni e presso gli enti privati in controllo pubblico, a norma dell'articolo 1, commi 40 e 50, della legge 6 novembre 2012, n. 190», dispone che a coloro che, nei due anni precedenti, abbiano svolto incarichi e ricoperto cariche in enti di diritto privato o finanziati dall'amministrazione o dall'ente pubblico che conferisce l'incarico, ovvero abbiano svolto in proprio attività professionali, se queste sono regolate, finanziate o comunque retribuite dall'amministrazione o ente che conferisce l'incarico, non possono essere conferiti incarichi di amministratore di ente pubblico, di livello nazionale, regionale o locale;

la società Simico, che opera come soggetto in house, è partecipata al 35 per cento dal Ministero dell'economia e delle finanze, al 35 per cento dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, al 10 per cento da regione Lombardia, al 10 per cento dalla regione Veneto, al 5 per cento dalla provincia autonoma di Bolzano e al 5 per cento dalla provincia autonoma di Trento;

le società in house, come la Simico, come affermato in diversi pronunciamenti dalla Corte di cassazione, sono assimilabili ad ente pubblico (confronta le pronunce citate della Corte di cassazione, ordinanze 5 aprile 2013, n. 8352, 3 maggio 2013, n. 10299 e sentenza SS.UU. 25 novembre 2013, n. 26283) –:

se l'incarico di amministratore delegato della Società Simico al dottor Saldini sia stato conferito in conformità al disposto di cui all'articolo 4 del decreto legislativo 8 aprile 2013, n. 39 e, conseguentemente, in caso contrario, quali iniziative di competenza si intendano adottare, anche per il tramite dei Servizi ispettivi di finanza pubblica e dell'Ispettorato della funzione pubblica.
(4-02425)