In Parlamento12 Giugno 2024 10:27

Infrastrutture, interrogazione Vinci, FdI: su svincolo autostradale di Reggio Emilia, in località Villa Bagno

Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-02933

presentato da

VINCI Gianluca

testo di

Lunedì 10 giugno 2024, seduta n. 303

VINCI. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che:

in relazione all'elevato incremento di traffico dei mezzi di trasporto che devono consegnare al nuovo impianto di trattamento, i rifiuti urbani a frazione organica (Forsu) realizzati dalla Iren in località Gavassa in provincia di Reggio Emilia, la rete stradale che connette l'impianto con i relativi centri di raccolta del Forsu presenti nell'ambito nella cosiddetta area vasta Emilia, (formata da Reggio Emilia, Piacenza e Parma) rischia il collasso per eccessiva densità di traffico;

presso l'impianto suesposto sono infatti computati novantasette camion giornalieri in entrata dal territorio reggiano e nove dagli altri territori, mentre almeno altri undici camion al giorno sono quantificati in uscita;

il progetto iniziale per la realizzazione dell'impianto prevedeva, al fine di minimizzare l'impatto del traffico sulla rete locale, la possibilità di utilizzare strade di grande percorrenza quali tangenziali o rete autostradale;

al riguardo, l'interrogante segnala che per utilizzare la rete autostradale, attualmente si sta ipotizzando l'apertura di un nuovo svincolo lungo l'autostrada A1 Milano-Napoli, presso l'area produttiva ecologicamente attrezzata di Prato-Gavassa, in fase di realizzazione, situata al confine tra i comuni di Reggio Emilia e Correggio;

in parallelo alla valutazione di un nuovo possibile svincolo autostradale, l'interrogante segnala altresì che è in corso di predisposizione anche il progetto di realizzazione di una nuova tangenziale che, limitatamente al suddetto territorio, potrebbe fungere da medesimo sistema di fluidificazione del traffico pesante: si tratta della nuova tangenziale Bagno-Rubiera, che tuttavia comporta gravi impatti ambientali e sociali in quanto non preserva il pregiato territorio agricolo e ad ogni modo comporta un pesante consumo di territorio a vocazione naturale;

a giudizio dell'interrogante, anziché progettare il nuovo casello autostradale A1 Milano-Napoli in località Gavassa, (che alcuni uffici tecnici comunali sembrano ipotizzare nell'adiacente località Masone) si ravvisa la necessità di realizzare tale struttura poco distante (soltanto di due chilometri in direzione Modena, in località Villa Bagno), considerato che le località limitrofe, situate nel comune di Reggio Emilia, oltre a dare soluzione all'incremento del traffico locale sulla rete stradale locale, (che connette il resto del territorio con l'area produttiva di Prato-Gavassa) eviterebbero di essere coinvolte con ogni probabilità nella realizzazione della più complessa e impattante dal punto di vista ambientale, tangenziale Bagno-Rubiera –:

quali valutazioni di competenza il Ministro interrogato intenda esprimere con riferimento a quanto esposto in premessa;

se condivida le osservazioni in precedenza richiamate e, in caso affermativo, quali iniziative di competenza intenda assumere, d'intesa con la regione Emilia-Romagna, il comune di Reggio Emilia e gli altri enti locali interessati, al fine di prevedere la realizzazione di un nuovo svincolo autostradale di Reggio Emilia, in località Villa Bagno, in ragione soprattutto dei profili di tutela ambientale e sociale e di efficacia per la viabilità locale riportate altresì in premessa.
(4-02933)