Viabilità25 Luglio 2022 15:15

Enel X lancia il circolar Economy Facebook 2021/2022

Enel X, la società del gruppo Enel dedicata a prodotti e servizi innovativi, ha reso oggi disponibile la seconda Edizione del Circular Economy Factbook 2021/2022 in cui ha raccolto e illustra le iniziative, i progetti e le soluzioni circolari che ha portato avanti negli ultimi due anni. Il documento descrive il ruolo di Enel X nell’accelerare e implementare la circolarità, non solo al proprio interno, ma anche in relazione a tutto l’ecosistema circostante di partner e clienti.

"L’Economia Circolare rappresenta uno degli abilitatori dell’elettrificazione in grado di re-immaginare e riconfigurare in chiave sostenibile processi e modelli di business tradizionali”, ha commentato Francesco Venturini, CEO di Enel X. “Per questo Enel X, coinvolgendo fornitori, clienti finali, aziende e pubbliche amministrazioni vuole favorire un meccanismo virtuoso in grado da un lato di generare valore condiviso per tutti e dall’altro di promuovere investimenti in soluzioni sempre più sostenibili ed innovative”.

Come descritto nel Factbook, la sfida di Enel X per la circolarità prende avvio dall’Enel X Circular Economy Boosting Program®, un approccio ad ampio spettro che parte dalla misura del livello di circolarità delle singole soluzioni in portafoglio per poi individuare, lungo l’intera catena del valore, idee, strategie, modelli di business, innovazioni tecnologiche e partnership con start up in grado di renderle più sostenibili. Una volta conclusi gli studi di fattibilità, si passa poi alla realizzazione dei progetti innovativi individuati e a un re-scoring della soluzione per certificarne il miglioramento in termini di livello di circolarità.

Ad oggi sono stati realizzati 23 boosting program su scala globale suddivisi tra Italia, Spagna, Nord America e America Latina, in particolare Argentina, Brasile, Cile e Colombia.

All’interno del Factbook sono descritte due delle soluzioni individuate da Enel X, il Circular Economy Report e il GHG Report. Attraverso questi strumenti, la società è in grado di fornire ai propri clienti, tra cui aziende e pubbliche amministrazioni, una roadmap con soluzioni ed innovazioni tecnologiche circolari immediatamente disponibili sul mercato, partendo da un’analisi della performance attuale e supportando il cliente sin dalle fasi di progettazione fino all’esecuzione dei lavori.

Nel 2021 per la realizzazione del Circular Economy Report sono state coinvolte più di 50 aziende sul territorio italiano con più di 160 siti, appartenenti a diversi settori merceologici, tra cui Genagricola, Inalca e DOpla, per le quali è stato conteggiato un saving prospettico in termini di CO2 pari a 17 mila tonnellate grazie alle soluzioni proposte da Enel X.

Il Circular Economy Report è lo strumento di misurazione ufficialmente utilizzato da Confindustria per il progetto Best Performer dell’economia circolare AMa-DIH 2 (Affiancamento Manageriale ai Digital Innovation Hub), progetto di politica attiva del lavoro che vede coinvolti 50 manager all’interno del network di Digital Innovation Hub nazionali (DIH) afferenti al Sistema Confindustria con l’obiettivo di promuovere percorsi di digitalizzazione 4.0 e di transizione sostenibile nelle rispettive aziende. Inoltre, è stato utilizzato anche da alcune aziende del Monitor for Circular Fashion: nel 2021 Enel X ha preso parte alla prima edizione del progetto, un osservatorio di ricerca di SDA Bocconi School of Management. Nel progetto è stato coinvolto uno spaccato rappresentativo del settore moda italiano lungo l'intera filiera (tra i partecipanti 2021 OVS, ICA Yams, Manteco, Vitale Barberis Canonico, Vibram, Candiani Denim, Oscalito e altri) con l’obiettivo di mappare e analizzare le dinamiche e le tendenze del settore nei prossimi 5 e 10 anni. Enel X ha messo a disposizione del Monitor for Circular Fashion SDA Bocconi e delle aziende partner del progetto di ricerca il proprio know-how fornendo le proprie metodologie di misurazione ed analisi sui temi della Circular Economy e della Sostenibilità, e le competenze tecniche volte a guidare le aziende nel percorso di transizione energetica.

Inoltre, tra il 2020 ed il 2022 i modelli di calcolo sottostanti il Circular Economy Report, sono stati revisionati e validati da partner tecnici, quali ICMQ e CESI, con l’obiettivo di svilupparne degli schemi di certificazione, i quali saranno poi a disposizione di tutte le aziende sul mercato che vorranno certificarsi. Nel giugno 2022, si è concluso positivamente il processo presso ACCREDIA, l’ente unico di accreditamento in Italia.

Un interessante esempio di iniziative circolari è PIONEER (airPort sustaInability secONd lifE battERy storage), progetto nato in collaborazione con Aeroporti di Roma, e vincitore di un bando Europeo con l’aggiudicazione di un finanziamento dall’Innovation Fund. L’obiettivo è quello di immagazzinare in batterie second-life il surplus energetico prodotto durante il giorno dall’impianto solare fotovoltaico situato nelle strutture aeroportuali, per poi utilizzarlo durante le ore serali in cui vi è necessità di coprire i picchi di domanda di energia. Con una capacità nominale di 5MW/10MWh, si tratta di uno dei primi progetti in tutto il mondo a raggiungere tali dimensioni.

Il Factbook riporta infine anche l’impegno di Enel X nello sviluppo ed applicazione dei principi di “inclusione sociale” nell’ambito della propria attività e delle proprie soluzioni, con l’obiettivo di migliorare le modalità con cui le persone che vivono in condizioni economiche e sociali di vulnerabilità partecipano alla vita sociale, puntando alla creazione di valore condiviso per il business, le comunità e tutti gli stakeholder.