Viabilità29 Luglio 2022 11:48

Assotir alla politica: ecco le nostre ‘Quattro proposte per l’Autotrasporto italiano’

Donati, a coloro che si candidano a guidare il Paese chiediamo regole certe e non assistenzialismo

L’adozione di una nuova disciplina della subvezione; la reintroduzione dei costi minimi obbligatori per legge; il rafforzamento della legge riguardante i tempi di pagamento; l’introduzione di una nuova disciplina per rafforzare il sistema di accertamento e pagamento delle attese al carico e allo scarico delle merci. Sono le quattro proposte per l’Autotrasporto Italiano elaborate da ASSOTIR e che l’Associazione Italiana Imprese di Trasporto presenterà nelle prossime settimane ai principali partiti politici impegnati nella tornata elettorale.

In vista delle elezioni politiche del 25 settembre 2022, ASSOTIR ha infatti elaborato un proprio documento, denominato appunto “Quattro proposte per l’Autotrasporto Italiano” che analizza le criticità del settore e avanza soluzioni concrete.
Di seguito, in dettaglio, le proposte di ASSOTIR:
L’introduzione di una nuova disciplina della subvezione, così come prevista dal Regolamento UE 1055/2020, affinché si metta fine a quella intermediazione parassitaria ormai imperante nel settore che comprime le capacità di guadagno di quegli imprenditori che operano con veicoli effettivamente nelle loro disponibilità a tutto vantaggio delle cosiddette “agenzie”

La reintroduzione dei costi minimi obbligatori per legge al fine di porre un argine alla rincorsa al massimo ribasso a cui sono soggette le tariffe dei servizi di trasporto;

Il rafforzamento della legge riguardante i tempi di pagamento al fine di interrompere quel meccanismo perverso per il quale le imprese di trasporto si trovano spesso e volentieri ad anticipare denaro ai propri clienti non venendo pagate nei tempi previsti dalla legge;

l’introduzione di una nuova disciplina per rafforzare il sistema di accertamento e pagamento delle attese al carico e allo scarico delle merci.

“Non chiediamo assistenzialismo, ma regole certe – sottolinea Claudio Donati, Segretario Generale di ASSOTIR. - La campagna elettorale rappresenta un’occasione importante per confrontarsi con le forze politiche che si candidano a governare il Paese. Il trasporto delle merci su gomma riveste un ruolo strategico per l’economia nazionale e necessita di un’attenzione particolare. Per questo – conclude Donati - presenteremo le nostre quattro proposte che mirano a contrastare due problemi fondamentali che affliggono l’autotrasporto italiano: eccessiva intermediazione e sotto tariffazione, fenomeni questi che generano danni per le imprese regolari, per la sicurezza stradale e sono causa di ingresso di capitali di origine malavitosa nell’autotrasporto”.