Viabilità28 Agosto 2023 12:05

Intesa Sanpaolo, Cdp, Bper e Sace sostengono i piani di sviluppo green di Tper

Sottoscritti due finanziamenti da complessivi 80 milioni di euro per l’efficientamento e il rinnovo in chiave sostenibile dei mezzi della società di trasporto pubblico dell’Emilia-Romagna. I prestiti hanno un meccanismo di pricing legato al raggiungimento di specifici obiettivi in ambito ESG

Investire nei piani di sviluppo per favorire la transizione energetica e la mobilità sostenibile. È l’obiettivo del finanziamento di 65 milioni sottoscritto da Intesa Sanpaolo, Cassa Depositi e Prestiti (CDP) e BPER Banca in favore di TPER (Trasporto Passeggeri Emilia-Romagna), la più grande azienda del territorio per numeri e volumi di servizio nel settore del trasporto pubblico di persone.

Intesa Sanpaolo e TPER, inoltre, hanno sottoscritto un secondo finanziamento bilaterale di 15 milioni assistito da Garanzia Green di SACE all’80%, portando a 80 milioni complessivi le risorse a disposizione della società.

I finanziamenti si caratterizzano per un meccanismo di pricing legato al raggiungimento di specifici obiettivi in ambito ESG (Environmental, Social, Governance). I proventi delle operazioni sosterranno gli investimenti relativi al rinnovo dei mezzi di trasporto puntando in particolare all’alimentazione a idrogeno ed elettrica e si inseriranno all’interno del programma di crescita 2023-2026 di TPER.

Il piano di sviluppo della società, in parte finanziato grazie all’accesso a contributi pubblici, tra cui fondi legati al PNRR, prevede investimenti per oltre 430 milioni di euro e la sostituzione di 582 nuovi autobus, pari a circa il 49% della flotta esistente.

Per Intesa Sanpaolo l’operazione è stata strutturata dalla Divisione IMI Corporate & Investment Banking, che ha agito in qualità di Capofila, Mandated Lead Arranger, Banca Agente e Sustainability Coordinator, confermando l’impegno della Banca a sostegno della transizione energetica.

Per CDP, che ha agito in qualità di Mandated Lead Arranger, l’iniziativa, strutturata dall’Area Infrastrutture, conferma il ruolo dell’Istituzione come finanziatore delle infrastrutture del Paese e ha l’obiettivo di favorire lo sviluppo di una mobilità sostenibile contribuendo alla tutela dell’ambiente e dei territori.

Giuseppina Gualtieri, Presidente e Amministratore delegato di Tper, dichiara: “Continuiamo ad investire per rafforzare ancora il nostro ruolo di soggetto attivo di un “ecosistema di mobilità integrata e intermodale” sul territorio; un ruolo che non si esplica solo con bus e treni, ma anche con lo sviluppo di piattaforme digitali e di nuove tecnologie per una mobilità sempre più vicina ai bisogni delle persone, come la app Roger ed i sistemi di pagamento contactless, e attraverso la gestione di servizi di sharing dei veicoli elettrici “Corrente”: non solo auto, ma di recente anche scooter. La fiducia ed il sostegno del mondo del credito ci consente di compiere strategici investimenti che ci porteranno già nel breve periodo a rafforzare ancora il nostro impegno concreto per una mobilità sempre più integrata e strategica per il territorio in cui operiamo”.

“Siamo felici di poter supportare un’azienda così importante come TPER e il suo virtuoso piano di sviluppo”, dichiara Michele Sorrentino, Responsabile Italian Network della Divisione IMI Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo. “Sostenere gli investimenti nel settore dei trasporti pubblici significa contribuire alla riduzione delle emissioni inquinanti e al miglioramento della qualità dei servizi resi sul territorio, sia a beneficio delle persone che li utilizzano nella loro quotidianità, sia più in generale a sostegno del turismo. Favorire la transizione verso una mobilità green e sostenibile nelle nostre città è un tema a cui il Gruppo Intesa Sanpaolo è particolarmente attento e sensibile, consapevole che rappresenta un presupposto fondamentale per la crescita economica dell’intero Paese, in linea con gli obiettivi del PNRR”.

“Siamo particolarmente orgogliosi di aver concluso questo finanziamento con l’obiettivo di sostenere la crescita di un’azienda così solida e con un ruolo strategico nello sviluppo sociale ed economico del territorio”, afferma Carlo Lamari, Responsabile Infrastrutture CDP. “Gli investimenti che verranno realizzati grazie alle risorse messe a disposizione non solo contribuiranno al miglioramento della qualità dell’aria, ma avranno anche come effetti indiretti quello di ridurre il traffico e di aumentare la sicurezza stradale grazie a una maggior accessibilità dei servizi di trasporto pubblico. Come CDP riteniamo sia fondamentale continuare a investire in infrastrutture efficienti, innovative e inclusive, come il trasporto pubblico, orientando sempre di più il nostro impegno verso la transizione energetica”.

“Il nostro supporto a una realtà storica e così rilevante come TPER va in una direzione ben precisa. Quella di sostenere concretamente aziende che vogliano investire per ridurre le emissioni inquinanti, in modo da poter offrire un servizio sempre più puntuale e di qualità. BPER Banca da tempo è al fianco delle imprese nazionali che vogliono migliorare le proprie performance energetiche e quindi aumentare la produttività con un occhio di riguardo alle politiche green. La nostra divisione, in tal senso, sta lavorando costantemente per offrire servizi sempre più soddisfacenti", ha aggiunto Marco Mandelli, Chief Corporate & Investment Banking Officer di BPER Banca, a capo della Direzione che ha seguito l’operazione.