Logistica26 Giugno 2024 14:48

Telco, Levi (Iliad): necessario accelerare sulla copertura nazionale tramite fibra e serve stabilità contrattuale

Roma - "Oggi in Italia gli accessi in fibra sono 4,6 milioni, in ritardo rispetto ai paesi vicini. Come trend però la direzione è giusta, vista la crescita del 30% anno su anno. Ovviamente bisogna accelerare sulla copertura, dove siamo partiti in ritardo. Gli operatori in Italia hanno spinto poco la fibra pura, non c'era interesse economico, ma ora dobbiamo continuare a investire e per gli operatori retail serve una stabilità contrattuale per pianificare gli investimenti, con condizioni di accesso ragionevoli".

Benedetto Levi, Ad Iliad Italia, in occasione dell'evento Telco per l’Italia 360SummIT a Roma.

"Come Iliad stiamo facendo la nostra parte, abbiamo firmato con tutti i detentori di fibra e stiamo applicando la stessa ricetta, con offerte che coprono tutte le esigenze, in trasparenza. Ora possiamo investire sia sulle centrali che sulle case dei consumatori, così da portare avanti questo percorso.

Voglio sottolineare che l'Italia è l'unico paese con una pratica distorsiva con offerte riservate. Con l'ultima legge concorrenza si è cercato di ovviare a questo problema, ma non sono arrivati risultati".