Sostenibilità12 Settembre 2022 17:52

Prezzi alti dei fertilizzanti mettono a rischio la sicurezza alimentare: il report S&P Global Ratings

I prezzi dei fosfati, dell'urea e del potassio sono saliti rispettivamente del 190%, 170% e 280% negli ultimi due anni, spinti ai massimi storici e insostenibili dalle interruzioni delle forniture post COVID-19, dalla guerra tra Russia e Ucraina e dalle restrizioni alle esportazioni cinesi. Lo ha dichiarato S&P Global Ratings in un rapporto pubblicato oggi.

"I profitti e la qualità del credito delle aziende produttrici di fertilizzanti hanno beneficiato di un'ottima situazione. Ma i prezzi elevati hanno reso alcuni agricoltori incapaci di permettersi i fertilizzanti e, a loro volta, hanno aumentato l'insicurezza alimentare in tutto il mondo", ha affermato l'analista del credito di S&P Global Ratings Paulina Grabowiec in "The Russia-Ukraine War Is Reshaping The Fertilizer Industry".

Il mercato turbolento ha anche evidenziato la necessità di ridurre la dipendenza dalla Russia, il più grande esportatore di fertilizzanti al mondo. Gli investimenti necessari per questo cambiamento sono ostacolati dall'alta inflazione, dalla carenza di forniture e, nel caso dei fertilizzanti azotati, dalle incertezze sulla forma e sul costo di ulteriori normative per la decarbonizzazione del settore.