AGEEI TV13 Ottobre 2023 12:14

Villaggio Coldiretti, Salvini: Nucleare centrale per progresso e sostenibilità. Con 200 mld lavoriamo a infrastrutture e alta velocità al Sud

“Vogliamo superare tutti i no ideologici, ad esempio penso che è da un secolo che l’Appennino reggiano attende la diga di Vetto per dare acqua ai contadini. Ebbene dopo un secolo abbiamo finanziato il progetto e guai a chi dice di no alle dighe o ai bacini. Col Mase stiamo accelerando sulla pulizia dei boschi per tutelare l’agricoltura di montagna, sul dragare fiumi e torrenti. Entro il 2032 passerà il primo treno merci, anche con prodotti agricoli, nel tunnel ferroviario del Brennero ed anche nel tunnel della Tav. Nel 2032 ci sarà anche il collegamento diretto tra Sicilia, Calabria, Italia ed Europa per permettere di portare anche i prodotti dei coltivatori più velocemente sui mercati.”

Così il ministro delle infrastrutture Matteo Salvini nel corso del Villaggio contadino al Circo Massimo a Roma

“Ma per ogni opera c’è un comitato del no, sono i primi nemici dell’ambiente. L’ambiente deve convivere con l’uomo perché in alcune zone agricole ci sono dei carnivori, penso a lupi e cinghiali, che non sono compatibili con l’attività umana. Serve il coraggio di dirlo. Occorre equilibrio tra fauna e uomo.

C’è poi la criticità nel settore pesca coi divieti alla pesca a strascico o alla impossibilità di ripopolare i nostri fiumi e laghi con alcune specie.

Come infrastrutture abbiamo a budget 200 mld di euro, il che significa intervenire sul passante di Bologna, sulla Milano laghi, sull’alta velocità tra Napoli e Bari che nel 2027 sarà realtà.

Stiamo investendo più di 20 mld euro per velocizzare ferrovie e migliorare le autostrade in Sicilia. È poi in progettazione l’alta velocità fra Salerno e Reggio Calabria.

Non siamo ostaggio di paure e ideologie.

Gli ambientalisti vogliono mettere fuori norma e fuori mercato i combustibili, anche i biocarburanti prodotti con gli scarti dell’agricoltura. Chi dice solo elettrico non capisce nulla, così diamo solo un vantaggio alla Cina.

L’ex commissario Timmermans è stato una sciagura perché il green è bello se accompagnato dal buon senso. La sostenibilità ambientale deve andare di pari passo con quella economica e sociale.

Se quasi tutto il mondo ha fra le proprie fonti energetiche anche l’energia nucleare allora dire di no al nucleare significa dire di no al progresso e alla eco sostenibilità. Non possiamo precluderci alcuna fonte energetica.

Coldiretti, Salvini: Comitati No nemici ambiente, entro 2032 Tav Brennero, Torino-Lione e Sicilia pronte