News25 Giugno 2024 12:34

Ue: Le esportazioni agroalimentari dell’Ue continuano a crescere nel primo trimestre 2024

Roma - Nel marzo 2024, il surplus commerciale agroalimentare dell’UE ha raggiunto i 6,7 miliardi di euro, con un aumento dell’8% rispetto al mese precedente e del 3% in più rispetto a marzo 2023. Le esportazioni sono aumentate del 4% a 20,1 miliardi di euro, principalmente a causa dell’aumento dei prezzi delle olive e delle olive. olio d'oliva. Le importazioni sono rimaste stabili, raggiungendo i 13,5 miliardi di euro, ma in calo del 10% rispetto a marzo 2023. Sono questi i principali risultati dell’ultimo rapporto mensile sul commercio agroalimentare pubblicato oggi dalla Commissione europea.

Esportazioni
Le esportazioni agroalimentari dell’UE hanno raggiunto i 20,1 miliardi di euro nel marzo 2024, segnando un aumento del 4% su base mensile. Il Regno Unito (UK) è rimasto la principale destinazione delle esportazioni agroalimentari dell’UE, rappresentando il 22% del valore delle esportazioni dell’UE. Nel primo trimestre del 2024, gli Stati Uniti (USA) hanno registrato il maggiore aumento delle esportazioni dell’UE con un aumento del 6% (372 milioni di euro), mentre la Cina, nonostante una riduzione del valore del 12%, è rimasta la terza destinazione. Tra gli altri sviluppi significativi, le esportazioni dell’UE sono aumentate verso Iraq e Libano, mentre Russia ed Egitto hanno registrato diminuzioni.

In termini di prodotti esportati, le esportazioni dell'UE di olive e olio d'oliva hanno registrato l'aumento maggiore rispetto al 2023 (+615 milioni di euro, +51%) a causa dei prezzi più alti, nonostante un leggero calo dei volumi. Le esportazioni di caffè, tè, cacao e spezie sono aumentate del +10%, principalmente a causa dell'aumento dei prezzi del cacao. Le esportazioni di zucchero e isoglucosio sono rimaste a livelli elevati, mentre le esportazioni di cereali sono aumentate in volume, ma sono diminuite in valore a causa dei prezzi più bassi. Infine, gli oli vegetali e i prodotti lattiero-caseari hanno registrato flessioni a causa della riduzione dei prezzi e dei volumi.

Importazioni
Le importazioni agroalimentari dell’UE hanno raggiunto i 13,5 miliardi di euro a marzo, in aumento del 2% rispetto al mese precedente ma inferiori del 10% rispetto a marzo 2023, principalmente a causa della riduzione dei volumi importati. Brasile, Regno Unito e Ucraina sono state finora le principali fonti di importazioni nel 2024. Tuttavia, le importazioni da questi paesi sono diminuite rispetto al 2023, a causa dei volumi ridotti e dei prezzi più bassi delle importazioni di cereali.

In termini di prodotti importati, rispetto al 2023, sono aumentate le importazioni di caffè, tè, cacao e spezie (+849 milioni di euro, +16%), frutta e noci (+421 milioni di euro, +8%), olive e olio d'oliva (+324 milioni di euro, +160%). Nel frattempo, sono diminuite le importazioni di semi oleosi e colture proteiche (-1,5 miliardi di euro, -22%), cereali (-1,4 miliardi di euro, -36%) oltre a zucchero e isoglucosio (-193 milioni di euro, -36%).