Politica14 Dicembre 2023 14:58

Made in Italy, Urso: Agroalimentare uno dei principali settori di azione contro la contraffazione

Contraffazione e Italian Sounding “colpiscono purtroppo tutti i settori del Made in Italy con gravi rischi per le imprese e minacce per la sicurezza dei consumatori e l’ambiente. Il Mimit è impegnato attivamente nella definizione, l’attuazione di politiche e strategie anti-contraffazione progettati in base a risultati, analisi e studi sull’impatto e sulle caratteristiche del fenomeno a livello nazionale e internazionale”. Così il ministro delle Imprese e del made in Italy Adolfo Urso durante il suo intervento in Commissione Ecomafie. “A tal riguardo appare opportuno ricordare che di recente con il dl 34 del 2019 sono state ampliate le competenze del Consiglio nazionale anti-contraffazione istituito presso il nostro dicastero che nella nuova dizione di Consiglio nazionale per la lotta alla contraffazione e l’italian Sounding vede esteso il raggio di azione al contrasto e alla falsa evocazione dell’origine italiana dei prodotti – ha ricordato il ministro -. L’attuale consiglio insediatosi il 26 ottobre scorso sulla scia del lavoro svolto nel precedente mandato in cui l'agroalimentare era stato individuato come uno dei quattro settori prioritari di intervento della politica nazionale anticontraffazione, potrà indirizzare la propria azione anche in tale settore”.

“Con particolare attenzione delle contraffazioni online nell’ambito di un processo coeso ampio e condiviso di tutela delle produzioni nazionali finalizzato a mettere insieme le diverse competenze istituzionali, dobbiamo ricordare un nuovo impegno in collaborazione con ministero dell’Agricoltura e degli Esteri volte a pervenire a un accordo con Amazon per tutelare il comparto agroalimentare e i settori maggiormente rappresentativi delle eccellenze italiane nonché orientato alla lotta alla contraffazione. L’accordo nello specifico risulta in linea con la tutela dei diritti della proprietà industriale online”, ha spiegato Urso. “La collaborazione pubblico-privato nonché il coinvolgimento delle forze dell’ordine troveranno un'accelerazione con le novità introdotte dal regolamento europeo sui servizi digitali il digital service act”.

“Altro passo avanti è rappresentato dal ddl Made in Italy attualmente in seconda lettura al Senato il cui voto finale lo attendiamo entro fine anno”, ha proseguito il ministro aggiungendo che sono state introdotte misure sanzionatorie per la contraffazione, iniziative di formazione specifica e l’istituzione della giornata nazionale del made in Italy il 15 aprile nella giornata di Leonardo.