Energia3 Luglio 2024 14:30

Intelligenza artificiale e gemelli digitali per la gestione innovativa dell’infrastruttura Snam

Roma - "Le sfide del settore energetico richiedono un approccio innovativo e flessibile. Snam, proprio per la natura dei suoi asset, è chiamata a gestire quotidianamente una complessità intrinseca di processi e dati, operando ogni giorno per garantire la sicurezza energetica, intesa nel più ampio contesto del trilemma energetico che ruota anche su sostenibilità e competitività, e promuovere, al contempo, la realizzazione di progetti e attività finalizzate alla transizione energetica. In questo scenario, l’innovazione tecnologica e l’intelligenza artificiale svolgono un ruolo determinante per gestire e semplificare questa complessità, supportando la gestione quotidiana e trasversale di tutti i processi” ha dichiarato Claudio Farina, Chief Strategy And Technology Officer di Snam. “Snam trova nell’innovazione sostenibile la sua strategia di lungo periodo e nella quale risulta determinante il ruolo svolto da SnamTEC, il programma di innovazione applicata alle operations che ci permette di sviluppare soluzioni innovative nei processi quotidiani, e della piattaforma digitale Asset Control Room per il monitoraggio e la gestione integrata dei dati, che presiede inoltre allo sviluppo dei gemelli digitali dei nostri asset fisici, un progetto che arriverà entro fine anno a rendere virtuali 250 impianti. Grazie all’impiego dell’intelligenza artificiale, abbiamo la possibilità di processare velocemente enormi quantità di informazioni che quotidianamente raccogliamo da tutti i nostri asset diffusi lungo l’intero territorio nazionale. Ogni giorno, ad esempio, riusciamo a processare 1,2 miliardi di informazioni e dati per ognuno dei 53 turbocompressori gestiti, avendo dunque la possibilità di trovare soluzioni su misura per ogni occasione. Grazie al supporto dell’Intelligenza artificiale generativa, che si accompagna alle approfondite competenze delle nostre persone, abbiamo la possibilità di plasmare un sistema intelligente e flessibile, in grado non solo di gestire molecole diverse ma di adattarsi tempestivamente al panorama energetico e infrastrutturale in costante mutamento”.