Energia20 Giugno 2024 15:15

Gas: Adriatic Lng lancia l’open season 2024

Roma - Adriatic LNG, la Società che gestisce il rigassificatore situato al largo della costa veneta, il più grande in Italia e tra i primi nell’area del Mediterraneo, ha avviato la fase di accreditamento all’Open Season 2024, rivolta agli operatori di mercato interessati ad acquisire capacità di rigassificazione nel medio-lungo termine.

Con l’Open Season 2024 Adriatic LNG offre al mercato la capacità di rigassificazione disponibile nel periodo compreso tra gennaio 2029 e dicembre 2049.

Gli operatori possono richiedere, entro il prossimo 12 luglio, di accreditarsi per partecipare alla fase vincolante, che inizierà il 17 luglio e terminerà il 31 luglio 2024. Per accreditarsi, gli operatori dovranno seguire le indicazioni fornite nell’Avviso di Avvio della Procedura Annuale di Sottoscrizione e nel Regolamento Applicativo d’Asta, messi a disposizione sul sito di Adriatic LNG. L’Asta sarà soggetta ai termini e alle condizioni dettagliatamente esplicitati nel Regolamento Applicativo d’Asta, nel Codice di Rigassificazione e nella documentazione di gara, pubblicati sul sito internet della società.

Maggiori dettagli sulla capacità disponibile di rigassificazione di GNL offerta sono contenuti nel Catalogo della capacità offerta 2024.

Con una capacità di rigassificazione massima autorizzata di 9,6 miliardi di metri cubi l’anno, un tasso di utilizzo di tale capacità superiore all’88% (al di sopra della media dei rigassificatori europei) nel 2023 e un tasso di affidabilità delle operazioni di rigassificazione pari al 99,6%, il terminale di Adriatic LNG ricopre un ruolo strategico nel sistema energetico italiano ed europeo. Il terminale è, inoltre, l’unico in Italia in grado di accogliere le navi metaniere con capacità fino a 217.000 metri cubi liquidi (cd. “super large scale carriers vessels”), tra le più grandi a disposizione del mercato, che offrono evidenti benefici in termini di ottimizzazione dei volumi scaricati.

Affidabilità e sicurezza delle attività operative unite alla capacità di fornire servizi innovativi e flessibili per venire incontro alle richieste del mercato hanno consentito ad Adriatic LNG di allocare, nelle precedenti sessioni di asta, tutta la capacità di rigassificazione disponibile fino a dicembre 2028; da gennaio 2029 a dicembre 2034 sono stati allocati 2 miliardi di metri cubi per anno e, da gennaio 2035 a dicembre a 2042, 0,9 miliardi di metri cubi l’anno.

“Con l’Open Season 2024 vogliamo offrire la possibilità di incrementare le importazioni di GNL e aprire nuove rotte di GNL verso l’Italia e l’Europa, anche in virtù dell’atteso aumento della capacità di liquefazione mondiale dei prossimi anni.” – afferma Alfredo Balena, direttore Relazioni Esterne e Istituzionali di Adriatic LNG – “In questo ultimo periodo di turbolenze geopolitiche, il GNL si è infatti confermato una risorsa energetica essenziale grazie alla sua flessibilità, affidabilità e disponibilità e ha evitato, in particolare nel mercato europeo, conseguenze critiche a seguito della crisi russo-ucraina. Il GNL, inoltre, può rappresentare un elemento strategico per garantire la sicurezza energetica durante la transizione verso fonti rinnovabili e non climalteranti”.

In tale contesto, prosegue l’iter autorizzativo del progetto di aumento della capacità di rigassificazione del terminale di 0,5 miliardi di metri cubi per anno. Questa nuova capacità, che potrebbe essere disponibile a partire dal 2026, è stata già allocata per i successivi 20 anni. Recentemente, il progetto di Adriatic LNG è stato escluso dal procedimento di VIA con prescrizioni da ottemperare.