News15 Febbraio 2024 16:50

Ferrovie, interrogazione Rossi (FdI Camera): su potenziamento collegamenti Roma-Genova

Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-02001

presentato da

ROSSI Fabrizio

testo di

Mercoledì 14 febbraio 2024, seduta n. 244

FABRIZIO ROSSI. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che:

tutte le tratte ferroviarie, in special modo quelle riguardanti l'alta velocità, risultano oggi più che mai uno tra i principali strumenti infrastrutturali necessari per unire il nostro Paese, da Nord a Sud, ed essere un elemento imprescindibile per permettere di restare al passo con i tempi per tutti quei territori toccati dal tracciato dell'alta velocità. Gli scopi di tutto questo sono variegati e molteplici: dall'incentivazione del turismo, alla produttività delle piccole, medie e grandi imprese, allo spostamento di cittadini e lavoratori, ai porti e aeroporti, alle aree intermodali, e molto altro;

la tratta ferroviaria che riguarda la parte costiera, quella che nello specifico collega la stazione di Roma a quella di Genova e viceversa, risulta molto penalizzata per svariati motivi, tra tutti quello della frequenza del numero di treni Frecciabianca giornalieri che partono dalla Capitale per il capoluogo di regione ligure, toccando, in special modo nella parte relativa alla costa toscana che va da Grosseto a Massa Carrara, molti capoluoghi di provincia e cittadine importanti sia dal punto di vista economico che turistico, visto che l'orario giornaliero programmato per la partenza dell'ultimo treno Frecciabianca da Roma verso Genova è quello delle 18:27;

anche nel «Libro Bianco delle infrastrutture», redatto da Unioncamere Toscana nel 2022, viene evidenziato tra le priorità quella di colmare il gap infrastrutturale che colpirebbe la regione Toscana, in special modo nella parte costiera, con mancanza di infrastrutture adeguate come strade, autostrade, rete ferroviaria, eccetera, attualmente carenti e non al passo con i tempi che corrono. Per di più in una zona come quella appena evidenziata, dove gravitano un aeroporto (il «G. Galilei» di Pisa, 13° in Italia con circa 2 milioni di passeggeri e 6° per traffico merci con oltre 15 mila tonnellate), e ben tre porti, Piombino, Livorno e Marina Carrara, che assieme, tanto per citare i numeri dello studio redatto da Unioncamere Toscana, portano un movimento annuo (dati 2021) di quasi 6 milioni di passeggeri. Porti tutti inseriti nel comprehensive network europeo. Per non parlare anche dell'Interporto Toscano-Livorno Guasticce, inserito quest'ultimo nel core network europeo;

pertanto, si ritiene utile e imprescindibile, vista la situazione attuale, potenziare da parte di Trenitalia i servizi di collegamento ferroviario tra Roma e Genova e viceversa, così da migliorare il servizio esistente al fine di rispondere alle esigenze di mobilità di passeggeri e lavoratori, compresi i tanti turisti che gravitano nella zona costiera che va dall'Alto Lazio alla Toscana e parte della Liguria, istituendo ad esempio una ulteriore partenza pomeridiano-serale di un treno Frecciabianca da Roma verso Genova che vada oltre quella attuale delle ore 18:27, con un'altra che parta dalla capitale attorno alle 19:30, ma anche con ulteriori altre partenze di treni AV Frecciabianca da Genova verso Roma nell'arco della giornata, così da incrementare l'offerta da parte di quest'ultima e soddisfare le esigenze sopra menzionate –:

se il Ministro interrogato ritenga opportuno adottare iniziative, per quanto di competenza, presso Trenitalia, affinché possa essere realizzato quanto proposto dall'interrogante.
(5-02001)