Energia2 Luglio 2024 15:59

Energia, Newcleo chiude fase licensing con le autorità francesi per reattori di IV Generazione

Roma - Newcleo è stata fondata nel settembre 2021 con una visione ambiziosa: sviluppare la prossima generazione di energia nucleare sostenibile. Per raggiungere questo obiettivo, newcleo sta sviluppando reattori che produrranno elettricità riciclando combustibile esausto recuperato dai reattori nucleari esistenti, contribuendo così alla transizione energetica e chiudendo il ciclo del combustibile nucleare per eliminare le scorie esistenti.

Lo scorso 26 giugno 2024 newcleo ha completato la "fase preparatoria" del processo di licesing accelerato istituito dalle autorità francesi per gli sviluppatori di piccoli reattori modulari, al fine di facilitare, garantire e accelerare la revisione delle domande di licenza.

Durante la fase preparatoria, le autorità francesi hanno valutato la maturità del progetto di newcleo e discusso tutte le opzioni di sicurezza per i suoi Reattori Veloci Raffreddati al Piombo (Lead Fast Reactor, LFR) e per l'impianto di produzione del combustibile nucleare MOX (Mixed Oxides) associato. La conclusione di questa "fase preparatoria" arriva dopo numerosi incontri tecnici che hanno coinvolto circa venti esperti specializzati da parte delle autorità, oltre allo sviluppo di una serie di documenti preparatori che coprono numerosi dettagli tecnici.

Al completamento di questa fase seguirà la presentazione delle opzioni tecniche ufficiali sia per gli LFR che per l'impianto di produzione del MOX. Le autorità francesi emetteranno poi un parere scritto, che, insieme alle altre considerazioni derivanti dalle discussioni della fase preparatoria, consentirà di accelerare il processo per concedere a newcleo i decreti autorizzativi necessari.

Stéphane Calpena, Global Licensing Director di newcleo, ha dichiarato: “Siamo entusiasti che il nostro progetto abbia raggiunto questo traguardo fondamentale nel rigoroso processo che porterà newcleo a ottenere le autorizzazioni necessarie a lanciare una nuova industria nucleare sostenibile. Le discussioni che abbiamo avuto con gli esperti dell'ASN e dell'IRSN delle autorità francesi sono state costruttive e di grande valore, e ci hanno permesso di orientare le nostre scelte progettuali e i requisiti di sicurezza associati per soddisfare gli standard eccezionalmente elevati che caratterizzano l’industria nucleare francese”.