Energia27 Maggio 2024 12:33

Energia, Fresenius HemoCare Italia installa oltre 2.000 metri quadrati di moduli fotovoltaici nel modenese

Fresenius HemoCare Italia, tra i maggiori produttori di filtri per il trattamento del sangue e sistemi per trasfusioni convenzionali, ha realizzato con Gesco Spa un impianto fotovoltaico della potenza di picco di 635 kW nello stabilimento di Mirandola, in provincia di Modena, che impiega oltre 200 lavoratori.
L’intervento di Gesco, una delle maggiori società indipendenti di servizi energetici (Esco), ha consentito a Fresenius HemoCare di realizzare l’impianto a costo zero, sostenendo tutti i costi per la realizzazione dell’intervento, senza alcun esborso iniziale da parte dell’azienda di Mirandola. Questa pagherà invece il consumo effettivo dell’energia elettrica prodotta dall’impianto a un prezzo scontato rispetto a quello necessario per acquistare le medesime quantità dalla rete elettrica nazionale.
Il nuovo impianto, posizionato sulla copertura dello stabilimento, permette di soddisfare il 7% del fabbisogno di energia elettrica dell’azienda, garantendo una riduzione delle emissioni di CO2 dell’8% annuo, equivalente alla piantumazione di 2.238 alberi.
Fresenius HemoCare Italia fa parte dell’azienda multinazionale Fresenius Kabi, specializzata in farmaci e tecnologie per infusione, trasfusione e nutrizione clinica, che conta più di 43 mila dipendenti nel mondo, con un fatturato 2023 di oltre 8 miliardi di euro.
“Costruire una cultura della sostenibilità nei nostri impianti è vitale per rafforzare e promuovere una migliore gestione dell'energia e la protezione del clima. Come azienda del settore sanitario, avvertiamo profondamente questa responsabilità, perché solo un ambiente sano può essere casa per persone sane”, ha dichiarato Christian Hauer, Presidente di Fresenius Kabi MedTech.
“Siamo entusiasti di sostenere Fresenius Hemocare Italia nel percorso verso la sostenibilità ambientale. Con questo impianto, di fatto, l’azienda emiliana fornisce un proprio concreto contributo agli obiettivi europei di riduzione delle emissioni di gas serra climalteranti legate alla produzione e al consumo di energia. Il tutto a costo zero e con un risparmio economico garantito, proprio come ci piace fare”, ha aggiunto Andrea Giannini, fondatore e Amministratore delegato di Gesco.