Sostenibilità30 Maggio 2024 12:19

Economia circolare: Il Consiglio Ue approva in via definitiva la direttiva sul diritto alla riparazione

Il Consiglio Ue ha adottato oggi una direttiva che promuove la riparazione di beni rotti o difettosi, nota anche come direttiva sul diritto alla riparazione (o R2R). Questa normativa renderà più facile per i consumatori chiedere la riparazione invece della sostituzione e i servizi di riparazione diventeranno più accessibili, trasparenti e attraenti. L'adozione della direttiva è l'ultima fase del processo decisionale legislativo.

La direttiva crea una serie di strumenti e incentivi per rendere la riparazione più interessante per i consumatori. Tra questi, l'obbligo per i produttori di riparare i prodotti che sono tecnicamente riparabili ai sensi della normativa Ue; la disponibilità di un modulo di riparazione volontaria con informazioni chiare sul processo di riparazione (scadenze, prezzi, ecc.); una piattaforma europea online dove i consumatori possono trovare facilmente servizi di riparazione e l'estensione della garanzia legale a 12 mesi se i consumatori scelgono la riparazione invece della sostituzione.

L'elenco dei prodotti riparabili può essere ampliato in futuro: ogni volta che la Commissione introdurrà nuovi requisiti di riparabilità per determinati prodotti, questi saranno aggiunti alla direttiva R2R.