Energia21 Maggio 2024 12:43

Comunità energetiche, Pella: Vademecum importante esito alleanza Anci-Mase-Gse, supportiamo i Comuni per grande opportunità

“Siamo molto lieti della collaborazione con il Mase e con il Gse su una misura così importante, anche dal punto di vista culturale, per i territori, che vale 2,2 miliardi di euro e che apre una strada alternativa alla decarbonizzazione, al contrasto alla dipendenza energetica e ai cambiamenti climatici, alla riduzione dei costi dell’energia, sia per i Comuni sia per i cittadini, a iniziare dalle famiglie in difficoltà in povertà energetica. Rivolgo un ringraziamento, in primis, al ministro Pichetto Fratin per l’impegno in sede di contrattazione europea su risorse e inserimento del ruolo dei comuni, testimonianza dello sforzo profuso per i territori e per le comunità in una misura così rilevante che si rivolge anche ai comuni più piccoli, alle imprese, alle parrocchie tramite un protocollo con la CEi, al terzo settore e a tutta la filiera coinvolta da una svolta epocale. Con il Gse abbiamo avviato da qualche anno un percorso di lavoro comune, con ottimi risultati. Ringrazio il presidente Arrigoni altresì per la sua disponibilità a mettere al servizio dello sviluppo di questa misura numerosissimi e capillari strumenti di formazione, sportelli sul territorio, tutor e ogni utile supporto. Lo ha affermato il vicepresidente vicario Anci Roberto Pella, intervenendo alla presentazione del ‘Vademecum Anci per i Comuni’, redatto in collaborazione con il Gse per guidare gli Enti locali nel panorama dell’autoconsumo e delle possibilità e dei ruoli che un Comune può perseguire in questo settore.

“Siamo consapevoli del valore strategico della misura”, Pella ha ricordato “Anci é in prima linea insieme al Gse per supportare le amministrazioni locali a cogliere l’opportunità, complessa ma sfidante, inserita in un quadro di integrazione con altri strumenti e di piena collaborazione con il Mase”, auspicando “la più ampia partecipazione, come l’entusiasmo e il fermento proveniente dai territori finora hanno fatto presagire.”

Da parte sua il presidente Gse, Paolo Arrigoni ha affermato che “il vademecum con Anci è un ulteriore strumento messo a disposizione dal Gse per supportare gli enti locali nel creare consapevolezza sul territorio dei benefici legati al nuovo meccanismo delle Cer.  Il Gse ha messo in campo molteplici iniziative per promuovere e informare sul ruolo che i Comuni possono avere, soprattutto quelli sotto i 5mila abitanti che possono beneficiare dei contributi PNRR. Tra questi, oltre a webinar tematici, seminari con le associazioni di categoria, newsletter, ricordo il nostro roadshow ‘Diamo energia al cambiamento’ nato per promuovere nei territori i vantaggi legati alla condivisione dell’energia”, ha concluso Arrigoni. ‎

Durante la presentazione del vademecum sono intervenuti i sindaci Mario Conte (Treviso), Michelangelo Giansiracusa (Ferla) e Carlo Conti (Frinco) che hanno illustrato le loro esperienze di comunità energetiche territoriali. Dalla loro testimonianza è arrivata la conferma che, per favorire la transizione energetica attivata dalle Cer, è necessario sia l’investimento nelle infrastrutture materiali che in assistenza tecnica in modo da supportare soprattutto gli enti locali minori nei percorsi di configurazione energetica attualmente possibili.

 

IL VADEMECUM