Energia1 Marzo 2024 10:23

Bcc energia: con la “mutualita’ energetica” un risparmio di 8,5 milioni per le consorziate e le aziende clienti delle Bcc

A fine 2023 erano 149 i consorziati aderenti a BCC Energia, l’organismo costituito nel 2009 all’interno del Credito Cooperativo per favorire l’acquisto - in forma consortile - di energia elettrica da fonti rinnovabili: 131 Banche di Credito Cooperativo, 11 Federazioni locali delle BCC e 7 società del sistema del Credito Cooperativo. Ai soggetti del Credito Cooperativo si aggiungono 124 aziende socie e/o clienti di BCC, operanti nei settori più diversi. Nel corso del 2023, il Consorzio BCC Energia ha rinegoziato i contratti di fornitura (con oltre 3.455 punti di prelievo per un portafoglio di 143,7 GWh di energia elettrica e 4,4 milioni di mc di gas naturale). Volumi che hanno portato ad un risparmio complessivo di oltre 8,5 milioni di euro rispetto alla media ponderata dei prezzi di salvaguardia. Sono, queste, alcune delle principali evidenze emerse in occasione della Assemblea annuale di BCC Energia che si è svolta nei giorni scorsi a Roma.

Nella introduzione ai lavori, Augusto dell’Erba – presidente del Consorzio e di Federcasse - ha sottolineato come BCC Energia sia “un presidio strutturato e specialistico, visto sempre più come uno strumento di categoria, utile ed efficiente, e con valide prospettive”. La logica che presiede alle attività del consorzio, che opera in un settore strategico per lo sviluppo del Paese, è quella di promuovere la mutualità energetica, al fine – come ha sottolineato il Direttore generale Daniele Ziveri – di dare anche a piccole strutture, come micro, piccole e medie imprese e le stesse BCC, strumenti che in genere fino ad oggi sono stati spesso solo prerogativa delle grandi e grandissime realtà produttive. In prospettiva, alla luce della recentissima approvazione delle Regole Operative da parte del GSE (Gestore dei Servizi Energetici) per accedere agli incentivi previsti dal Decreto del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica sulle Comunità Energetiche Rinnovabili (CER), BCC Energia metterà le proprie competenze a disposizione delle banche e delle aziende Consorziate - in coordinamento con altre strutture nazionali e locali del Credito Cooperativo – in un percorso di accompagnamento per la realizzazione delle CER.

“BCC Energia è un’antenna in grado di intercettare e decodificare uno scenario in profondo cambiamento come quello che caratterizza i mercati energetici tra crisi geo-politiche e obiettivi di decarbonizzazione”, ha detto nel corso del suo intervento il Direttore generale di Federcasse e vice presidente di BCC Energia, Sergio Gatti. “BCC Energia è una squadra che offre alle proprie Consorziate un servizio che va oltre la negoziazione dei contratti e si estende alla formazione, alla rendicontazione sempre più impegnativa per le aziende, le banche e le Capogruppo dei gruppi bancari cooperativi, BCC Banca Iccrea e Cassa Centrale Banca”. Nel corso dell’Assemblea sono state inoltre analizzate le diverse attività sulle quali si concentra l’azione di BCC Energia: dalla predisposizione dei “cruscotti” amministrativo ed energetico messi a disposizione per monitorare, analizzare e verificare le fatture, ma anche per valorizzare il patrimonio di dati energetici delle Consorziate in ottica di efficienza energetica, fino al costante presidio delle novità normative che interessano i mercati energetici. Significativo anche l’affiancamento delle BCC e delle aziende socie e clienti per la realizzazione e gestione di impianti a fonti rinnovabili, i servizi per la mobilità green ed in generale l’accompagnamento verso una minore impronta carbonica, con anche il servizio di supporto per l’ottenimento della certificazione ISO 50001, la norma internazionale per i sistemi di gestione dell’energia.