Energia10 Luglio 2024 12:37

Amazon raggiunge l’obiettivo del 100% di energia da fonti rinnovabili con sette anni di anticipo

Roma - "Nel 2019 abbiamo fissato l'obiettivo di alimentare tutte le operazioni globali di Amazon, compresi i nostri data center, gli edifici aziendali, i negozi di alimentari e i centri di distribuzione, con il 100% di energia rinnovabile entro il 2030. Oggi siamo orgogliosi di annunciare che abbiamo raggiunto questo obiettivo con sette anni di anticipo. Per raggiungerlo, siamo diventati il maggior acquirente aziendale di energia rinnovabile al mondo per quattro anni consecutivi, come ha stimato Bloomberg NEF. A livello globale, abbiamo investito miliardi di dollari per più di 500 progetti solari ed eolici, che insieme sono in grado di generare energia sufficiente per alimentare l'equivalente di 21,9 milioni di case nell’Unione Europea". È quanto riporta da una nota Amazon.

"Il raggiungimento di questo traguardo è un ulteriore, importante tassello nel nostro percorso verso l’azzeramento entro il 2040 delle emissioni nette di CO2. Guardando al futuro, restiamo focalizzati sui nostri obiettivi, consapevoli che il percorso per raggiungerli sta evolvendo in modi che nessuno poteva prevedere fino a pochi anni fa, soprattutto a causa della crescente domanda di Intelligenza Artificiale generativa. Ciò richiederà l’impiego di fonti di energia diverse da quelle previste inizialmente, per questo motivo dovremo essere flessibili e continuare a perfezionare il nostro approccio mentre lavoriamo per raggiungere le zero emissioni nette di CO2. Continueremo a stanziare risorse ingenti per aggiungere energia rinnovabile al nostro portafoglio energetico. Stiamo anche esplorando nuove fonti energetiche carbon-free in grado di integrare le fonti rinnovabili e di soddisfare il nostro fabbisogno. Siamo sempre stati consapevoli che il percorso verso il raggiungimento dei nostri obiettivi non sarebbe stato lineare e avrebbe preteso aggiustamenti per adattarsi all’evoluzione del nostro business e del mondo intorno. Ciò nonostante, restiamo ottimisti e concentrati sul raggiungimento di tutti i nostri obiettivi a lungo termine", prosegue la nota.

"Aver raggiunto il nostro obiettivo di approvvigionamento da energia rinnovabile è un risultato incredibile reso possibile dalle centinaia di progetti eolici e solari sviluppati. Siamo orgogliosi del lavoro svolto per arrivare fin qui, con sette anni di anticipo. Sappiamo anche che questa è solo la situazione attuale e che il lavoro per decarbonizzare le nostre attività non sarà tutti gli anni lo stesso: continueremo a fare progressi e ad evolverci costantemente nel nostro percorso verso il 2040", ha dichiarato Kara Hurst, Chief Sustainability Officer in Amazon. "I nostri team continueranno a essere ambiziosi e a fare ciò che è giusto per la nostra azienda, i nostri clienti e il pianeta. Ecco perché continueremo a investire in progetti solari ed eolici, sostenendo al contempo altre forme di energia carbon-free, come il nucleare, lo stoccaggio delle batterie e le tecnologie emergenti che possono contribuire ad alimentare le nostre attività per i decenni a venire."

“Raggiungendo l'obiettivo del 100% di energia rinnovabile, Amazon ha reso possibile la costruzione di centinaia di nuovi progetti solari ed eolici, immettendo nuove fonti di energia pulita nelle reti pubbliche a beneficio delle comunità di tutto il mondo", ha dichiarato Kyle Harrison, responsabile della ricerca sulla sostenibilità di BloombergNEF. "Affrontare il cambiamento climatico e allo stesso tempo bilanciare la crescente domanda di energia della società è una sfida enorme, e l'impegno di Amazon per l'energia pulita dimostra come una singola azienda possa contribuire ad accelerare la transizione verso un'economia a basse emissioni su scala globale."

Ecco alcuni dei nostri più recenti progetti di energia a zero emissioni nel mondo.

I punti salienti nell’approvvigionamento da energia rinnovabile di Amazon
Dal 2019 abbiamo attivato progetti di energia rinnovabile in 27 paesi. Siamo stati la prima azienda ad attivare progetti di energia rinnovabile su scala pubblica in India, Grecia, Sudafrica, Giappone, Indonesia e altri paesi. Per raggiungere questo obiettivo Amazon ha collaborato con i responsabili decisionali al fine di attivare politiche uniche nel loro genere che aiutassero le aziende a sostenere la costruzione di nuovi impianti solari ed eolici. L'uso di energie rinnovabili è stato incorporato anche nella più ampia struttura aziendale di Amazon. Il quartier generale HQ2 di Amazon in Virginia è stato progettato per funzionare a zero emissioni operative di CO2 e il suo consumo di elettricità è soddisfatto da un impianto solare locale. Oltre ai progetti su scala pubblica, abbiamo attivato quasi 300 progetti solari sui tetti dei nostri centri logistici, dei negozi Whole Foods Market e di altri edifici aziendali in tutto il mondo. Quando tutti i progetti saranno operativi, il portafoglio di energia rinnovabile di Amazon contribuirà a evitare l’emissione di circa 27,8 milioni di tonnellate di CO2 all'anno.

Il primo parco agrivoltaico di grandi dimensioni in Italia
In Italia, nel maggio 2023, Amazon ha inaugurato insieme ad ENGIE il primo parco agrivoltaico di grandi dimensioni realizzato in Italia: coniuga la produzione di energia rinnovabile con le colture agricole del territorio. L’energia viene immessa nella rete nazionale italiana e serve, in larga parte, ad alimentare le attività di Amazon nel Paese. La struttura, situata a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, si estende su 115 ettari e ha una capacità installata di 66 MW Peak (50 MW AC).

Abilitiamo la produzione di quasi 1,7 GW di energia eolica offshore, più di qualsiasi altra azienda al mondo.
Amazon sta sostenendo la produzione di 1,7 GW di capacità in sei parchi eolici offshore in Europa che, una volta pienamente operativi, dovrebbero produrre energia sufficiente ad alimentare 1,8 milioni di abitazioni europee. Questi progetti fanno di Amazon il primo acquirente aziendale di eolico offshore a livello globale. L'eolico offshore è in grado di generare quantità significative di energia grazie al flusso costante delle correnti oceaniche e, secondo le Nazioni Unite, ha il potenziale per soddisfare più di un terzo del fabbisogno energetico globale. Amazon sta inoltre collaborando con gli sviluppatori per ottimizzare la tecnologia delle turbine eoliche, che consente di massimizzare la quantità di elettricità prodotta. L'anno scorso, il progetto Amazon-Shell HKN Offshore Wind Project, o HKN, è stato il primo parco eolico offshore attivato da Amazon ad entrare in funzione. Il progetto si estende su due località al largo delle coste dei Paesi Bassi e vanta una capacità di energia rinnovabile di oltre 750 MW.

Crescenti opportunità per l’energia rinnovabile nella regione Asia-Pacifico
A oggi Amazon ha attivato più di 80 progetti di energia rinnovabile nella regione Asia-Pacifico, tra cui 50 progetti in Australia, Cina, Indonesia, Giappone, Nuova Zelanda, Singapore e Corea del Sud. In Giappone, in particolare, Amazon sta annunciando la creazione del primo parco eolico onshore e del primo progetto solare autonomo: un progetto eolico da 33 MW situato a Rokkasho, nella prefettura di Aomori, e un parco solare da 9,5 MW situato a Kudamatsu, nella prefettura di Yamaguchi. Amazon è il più grande acquirente aziendale di energia rinnovabile in Giappone, con un totale di 20 progetti attivati fino ad oggi. I progetti comprendono 14 impianti solari sui tetti degli edifici di Amazon e sei progetti eolici e solari offsite.

Avviato il primo parco eolico del Mississippi, che sostiene i residenti locali e aiuta ad alimentare i data center di Amazon
È stata recentemente avviata l'attività di Delta Wind, il primo parco eolico su larga scala del Mississippi, che sta generando energia carbon-free per contribuire ad alimentare le attività di Amazon nelle vicinanze, compresi i futuri data center. Il progetto comprende alcune delle turbine eoliche terrestri più alte degli Stati Uniti, che consentono di ottimizzare la produzione di energia. Il progetto è ospitato su 14.000 acri di terreno agricolo di proprietà di Abbot Myers, un agricoltore di terza generazione che riceve un reddito dallo sviluppatore del progetto, AES. Questo ha aiutato Myers ad acquistare nuove attrezzature agricole e ad espandere le sue coltivazioni di riso e soia. Amazon ha recentemente annunciato un accordo, unico nel suo genere, con la società di servizi locali del Mississippi, Entergy. L’accordo consentirà di produrre 650 megawatt (MW) dai nuovi progetti di energia rinnovabile nello Stato nei prossimi tre anni e fornirà finanziamenti per i futuri aggiornamenti della rete locale e delle infrastrutture energetiche nei prossimi due decenni. Amazon è ora in grado di generare un totale di 1,3 gigawatt (GW) dai nuovi progetti di energia rinnovabile attraverso una combinazione di nuovi parchi solari ed eolici in costruzione in tutto lo Stato.

Modernizzare la rete per fornire nuova energia a zero emissioni
Una parte importante degli investimenti di Amazon in energie rinnovabili comprende il miglioramento e la modernizzazione della rete al fine di fornire agli utenti l'energia proveniente da nuovi progetti solari, eolici e da altre fonti energetiche carbon-free. Secondo l'Agenzia Internazionale per l'Energia (AIE), in tutto il mondo si dovranno aggiungere o sostituire 80 milioni di chilometri di reti entro il 2040 per raggiungere gli obiettivi climatici, e a livello globale sono ad oggi in attesa progetti di energia rinnovabile in grado di generare più di 1.500 GW. Per contribuire a risolvere questo problema, i team di Amazon si stanno impegnando, in accordo con le autorità di regolamentazione dell'energia, per trovare nuovi metodi per sostenere la modernizzazione della rete, rimuovere gli ostacoli alle autorizzazioni e distribuire tecnologie che migliorino la rete. Abbiamo inoltre co-fondato la Emissions First Partnership, una coalizione di acquirenti di energia che si occupa di incentivare gli investimenti in energie rinnovabili nelle regioni con reti alimentate principalmente da fonti energetiche fossili.

In tutto il mondo ci sono team di dipendenti Amazon che lavorano quotidianamente a progetti come questi, perché quando si ha a che fare con la gestione di attività complesse come le nostre non esiste un modo semplice o un unico percorso per arrivare al risultato. Ma noi amiamo affrontare le grandi sfide e siamo orgogliosi dei progressi compiuti finora.